ALBUM DEI RICORDI BEAUTIFUL – 2003: THOMAS si ubriaca con la vodka

Thomas e la prima sbornia da minorenne

La macchina del tempo di BEAUTIFUL ha deciso di riportarti nel 2003, anno in cui Beyoncé sgambetta allegrissima con “Crazy in Love” e Thomas Forrester finisce in ospedale dopo essersi scolato una bottiglia di vodka. Intera.

Il piccolo Thomas proprio non riesce a mandare giù che suo padre abbia sostituito la defunta Taylor con Brooke. Complice, una conversazione ascoltata il giorno del funerale tra nonno Jack e la Logan, in cui il padre di Taylor rinfaccia a Brooke, ogni tipo di sopruso che lei ha riservato a sua figlia.

Brooke diventa indigesta al piccolo Thomas [che riuscirà a digerirla solo qualche anno dopo, grazie alle bacche allucinogene dell’Isola della piccola Flo!]: vederla a breve distanza al fianco di suo padre, finisce per creare in lui un forte squilibrio psichico, per la gioia di Stephanie.

Il piccolo Thomas, col tempo, predilige sempre più la compagnia di Bridget, che sente molto più vicina caratterialmente alla sua defunta mamma.

Una sera più delle altre, Thomas sente particolarmente la mancanza di Taylor, sera in cui non si capacita dell’ennesima birichinata di Brooke: quella relativa alla sua relazione con Deacon, che ha fatto soffrire tanto la sua Bridget.

L’insofferenza di Thomas lo spinge a rubare dal fornitissimo angolo bar di casa, una bottiglia intera di vodka, che si scola di colpo, finendo in ospedale.

Per la serie: non è che Thomas s’è risvegliato psicopatico, lo è sempre stato fin dall’infanzia [in cui anche Sheila ha lasciato la sua impronta!].

Le birichinate di Thomas continueranno per molti anni ancora, tant’è che… in America non sono ancora terminate.

[Ringraziamento speciale ad Alessandro Americola, che ha ricoperto alcune lacune della storia!]

Angelo Iacopino