Parliamo di Justin Barber

Il personaggio di Justin Barber è interpretato da Aaron D. Spears dal 2009.
Il suo personaggio non compare molto spesso, ma lo abbiamo visto coinvolto in diverse storylines, la maggior parte delle quali lo vedono spalleggiare il suo capo, Bill Spencer.

Justin non pare distinguersi per particolari qualità etiche, visto che è fedelissimo a Dollar Bill e lo sostiene in ogni sua azione – incluso pilotare un elicottero e far cadere Ridge in mare…

Quando Liam ha recentemente (e brevemente) preso in mano la gestione della Spencer Publications, poi, Justin ha fatto il doppio gioco, cercando di far credere a Liam di essergli fedele visto che teneva al suo stipendio e alla sua posizione in azienda. In realtà, riferiva tutto a Bill costantemente.

Sulla carta avvocato, ma nel concreto tuttofare, Justin si ritaglia un ruolo ricorrente, ma breve, nella storia della vera paternità di Marcus Walton Forrester, sposando, poi, la sua ex del liceo nonché madre di Marcus, Donna Logan – la loro relazione avrà velocemente fine off screen senza strascichi.

L’avvocato torna in un ruolo ricorrente nella trama da noi in onda in questi giorni: la storyline del grattacielo “Sky”. Justin, dopo aver sostenuto per mesi il progetto di Bill, infatti, lo coadiuva nel momento topico: aiuta Bill ad individuare il momento giusto in cui dare il via alla implosione programmata della Spectra Fashion, sincerandosi che tutti i partecipanti al sit-in di protesta siano fuori, al sicuro.


Armato di binocolo da birdwatching, Justin assicura a Bill che tutti sono fuori dall’edificio: Shirley, Saul, Darlita, anche Sally e Liam. A questo punto, Bill si arma di cuffie antirumore e telecomando per la detonazione e gioca a fare il capo del cantiere come un “umarell” upgradato. Ma proprio in quel momento, Sally e Liam tornano dentro per continuare la protesta e quando Justin se ne rende conto ed avverte Bill, il tycoon non sente il telefono (ma la vibrazione non si porta più???) e BOOM! Fa saltare tutto.


Justin ha provato ad essere solerte e coscienzioso, ma non è riuscito ad intervenire in tempo, prendendosi qualche schiaffetto sulle braccia e sul torace da Darlita e nonna Shirley.


Il momento più glorioso di Justin? Quello in cui ha detto a Wyatt di starsene in azienda “perché lì sei più efficace”. Tradotto: “qui non servi e saresti solo di intralcio, facciamo finta che tu sia di utilità restando alla Spencer Publications nel caso si debba  divulgare la dipartita di Liam.”

E voi, amici, che pensate di questo personaggio?