La vasca che non ti aspetti

Cominciamo subito con una banale domanda: cosa c’è nel vostro salotto?
Nella migliore delle ipotesi, un divano.
Nella peggiore, una vasca da bagno.

Facciamo un doveroso passo indietro.

I Marone / Knight (Jackie ed Owen) avevano molti anni di differenza, ma le stesse idee bislacche in termini di arredo! E per fare i loro giochini, si fecero istallare una bella (?) vasca da bagno nel salotto! E, per di più, con affaccio su Los Angeles (la distanza tra i grattacieli non è sinonimo di privacy, però… un teleobiettivo potrebbe fare miracoli!).

Il loft, quindi, con tanto di vasca, apparteneva a Jackie. La sposina, però, cedette lo sposo a Bridget (per via della paternità del piccino che lei aspettava) e decise di vendere l’appartamento per non soffrire a causa dei ricordi… e l’acquirente chi era? Steffy! L’unica degna sostituta di Jackie nella vasca! Non dimentichiamo che il loft era inteso per iniziare una nuova vita con Bill… (è in quel loft che Bill regalò a Steffy una spada di brillanti… ma questa, è un’altra storia…).

Quando Jackie ed Owen tornarono insieme, ricomprarono l’appartamento, ma gli sceneggiatori se ne sono ampiamente dimenticati e, di conseguenza, ora che Liam ha cacciato Steffy dalla super villa di Malibù, lei se n’è tornata al lotf, come se fosse ancora il suo. E la vasca? Bene, la vasca non solo è sempre lì, pezzo forte dell’arredo, ma è anche fonte di flashback – dei quali potremmo tranquillamente fare a meno.

Il flashback della vasca riporta al momento in cui Steffy stava per non essere più dei nostri:  affogava serenamente nella vasca, quand’ecco che Liam, con un intuito che manco Spiderman, entra e salva la donzella praticandole il massaggio cardiaco. Lei, che è una ragazza gentile, per dimostrargli gratitudine non gli dice “grazie”, né gli manda un bel prosciutto a casa: no, lo bacia. Ed è amore… fino alla prossima rottura / riconciliazione.

Tags from the story
, ,

1 Comment

Comments are closed.