#Bold30 [i trenta anni di “Beautiful”]: Stephanie VS Brooke

I vent’anni sono pazzi, ma i trenta sono border: le trame della propria vita acquistano il retrogusto di una follia ancora più inspiegabile di quella post adolescenziale, una pazzia ai confini della realtà, quasi quanto le trame che vivono quelli di Beautifullandia.

“Beautiful” spegne trenta candeline e noi di #TwittamiBeautiful festeggiamo compilando una lista di trenta curiosità, aneddoti e situazioni sui Beautiful-people.

Dopo la sigla, una nuova puntata di questa nuova serie di articoli, diretta da Angelo di #TwittamiBeautiful.

4. STEPHANIE vs BROOKE

Che ne sapete della vita, voi che vi entusiasmate per “Batman vs Superman” e avete sempre snobbato “Stephanie vs Brooke”!

angeloiacopino beautiful telenovelas soap opera twittamibeautiful

Alla bonanima di Stephanie bastava nominare il nome della “sgualdrina della Valley” [amabile soprannome che la matriarca dei Forrester diede a Brooke, all’ennesimo cambio di stato civile su Facebook] per farle salire la forza, come ad He-Man con il potere di Grayskull.

angeloiacopino twittamibeautiful

Puntate e puntate di offese sempre più sofisticate e creative, accompagnate da pizze in faccia, calci roteanti, sbattimenti contro specchi, porte, pavimenti, finestre e balconate.

Finché, ad un certo punto, Stephanie s’è seccata e ha deciso di perdonare Brooke ed esserle amica, scegliendo di morire tra le sue braccia.

Ma mai riporre l’ascia di guerra, perché Stephanie è pronta ad intervenire anche dall’aldilà, staccandosi dalla parete sopra il caminetto a cui l’hanno appesa dopo la sua dipartita.

[Continua…]

Angelo Iacopino

#TwittamiBeautiful