BEAUTIFUL NOTIZIE – Il futuro di Beautiful, raccontato da Bradley Bell [attenzione agli Spoiler!]

Il produttore di Beautiful racconta alcuni dettagli delle trame di Beautiful

Sono molti i fan di BEAUTIFUL che in America hanno dimostrato un po’ di insoddisfazione per la piega che la soap ha preso in quest’ultimo periodo della stagione, quello in cui è stato messo al centro il mistero che avvolge la figlia di Hope e Liam, la piccola Beth.

Chi segue le puntate in contemporanea, oppure ha letto qualche anticipazione sulle trame americane di BEAUTIFUL, saprà che Hope crede di aver partorito una bambina morta alla nascita. In realtà, il dottor Reese Buckingham, sommerso da debiti di gioco, ha pianificato uno scambio di neonati, per ricavare profitto vendendo la piccola Beth a Steffy, spacciandola per la figlia di Flo. Steffy ha adottato la bambina, senza sapere che fosse la figlia della sua storica amica/nemica. Con il trascorrere delle puntate, diversi protagonisti hanno scoperto questo segreto, che però mantengono celato, anche per via delle minacce di Thomas che, proprio a causa di questo segreto, è coinvolto nella morte di Emma, vittima di un’incidente d’auto.

In un’intervista a Soap Opera Digest, il produttore esecutivo Bradley Bell, ha raccontato come sia nata e abbia sviluppato questa trama, rivelando di aver iniziato a concentrarsi su di essa, molto tempo fa.

Ho sempre scritto trame con una risoluzione a breve termine, fino a poco tempo fa. Raramente ho tirato le cose a lungo, come in questo caso, in cui ho avvertito il bisogno di sperimentare qualcosa di diverso, tracciando un arco narrativo della storia più lungo del solito, elaborando, da tempo, ogni minimo dettaglio della sua evoluzione.

Bradley Bell ha, inoltre, fatto un’analisi interessante sui telespettatori americani fan di BEAUTIFUL, sia riguardo alla trama di Hope e la piccola Beth, sia al modo in cui fruiscono delle soap.

Sulla trama della piccola Beth, ha rivelato che:

In questo particolare momento, i telespettatori dovrebbero aver maturato un alto grado di turbamento e tensione tale da volere che Hope scopra la verità, a tutti i costi. La notizia è che, finalmente, Hope scoprirà tutto abbastanza presto.

Molto più interessante, però, si rivela essere l’analisi sui telespettatori, capace di spiegare il motivo per cui l’evoluzione delle trame sia diventato sempre più repentino:

Oggi, l’interesse del pubblico si esaurisce molto più velocemente che in passato, per quanto riguarda la serializzazione. Di conseguenza, la risoluzione delle trame deve essere circoscritta ad un arco narrativo di 12 episodi in media. Ricavare un centinaio di puntate con la trama su Beth senza rischiare un flop, per esempio, si è rivelato un successo, ma un caso straordinario che non si ripeterà abbastanza presto.

Per quanto riguarda le coppie coinvolte nella trama dello scambio di Beth, Bell ha parlato prima di Xander e Zoe, dicendo che:

Il segreto di Beth sta torturando la coscienza di Xander, mentre Zoe è sempre in preda al terrore che tutto sia rivelato, ritrovandosi ad agire affinché sia suo padre, sia lei non finiscano in prigione. Sono brave persone, coinvolte in qualcosa più grande di loro e alla ricerca di un equilibrio che possa evitare di dividerli.

Su Hope e Thomas dice di non sprecare energie a tifare per loro: non sono destinati a stare insieme, nonostante abbiano diversi sostenitori.

La nostra eroina è nelle grinfie del cattivo di turno: per quanto si possa pensare che Douglas abbia bisogno di una madre, così come Thomas di una donna da amare, non c’è interesse per far continuare il loro rapporto, nonostante sia, per alcuni versi, una gran bella trama.

Situazione, aggiungiamo noi di Twittamibeautiful, che ha permesso di ripristinare il triangolo Hope-Liam-Steffy.

I Lope e gli Steam avranno modo di contrapporsi ancora: la rivelazione del segreto di Beth comporterà una serie di stravolgimenti nella vita delle due donne, tali da ripristinare i vecchi sentimenti di odio e amore.

Bell parla anche dei nuovi volti che la trama sulla piccola Beth ha permesso di introdurre, in particolare quelli di Flo e sua madre Shauna, reputate da Bell “linfa fresca per le trame”, che spera di mantenere attive nel cast ancora per molto a lungo.

Ha poi parlato anche degli altri personaggi che in questo periodo sono rimasti un po’ sullo sfondo, come Katie, Ridge, Brooke, Eric, Quinn e Bill: appena la storia di Beth sarà conclusa, ritornerà a dare ad ognuno lo spazio che merita. Per il momento, consiglia al pubblico americano di gustarsi la trama della piccola Beth, una storia che si è divertito molto a scrivere, mescolando romanticismo e thriller.

Adesso, però, caro Bell, che ne diresti di regalaci quelle belle storie di resurrezioni, catfight, paternità dubbie e psicopatiche a piede libero, che hanno reso BEAUTIFUL la soap più amata degli anni novanta?

Angelo Iacopino