Tutto su "lo sciopero di TwittamiBeautiful"

Allora, vi siamo mancati lo scorso venerdì?
Eh, su, su, almeno un pochino, ammettetelo!

Per chi se lo fosse perso, riassumiamo l’avvenimento!
Noi di #TwittamiBeautiful abbiamo deciso di “scioperare” lo scorso 10 luglio perché non ne possiamo più!
Non ne possiamo più di promo interminabili di soap iberiche con bimbi rapiti, scomparsi, abbandonati, ne abbiamo fin sopra i capelli di vasche che si tramutano in docce in meno di otto ore, siamo sazi come se la Simmenthal di De Sica passasse direttamente dal video al nostro stomaco e siamo diventati allergici a tutti i prodotti di Acqua & Sapone!

Diciamolo: la soap è senza dubbio una cosa frivola, ne siamo consapevoli, ma la spensieratezza dello spettatore in quei 20 minuti (seee, magari fossero 20!) è sacrosanta e Mediaset dà ampiamente prova di non importarsene. E dire che “il cliente ha sempre ragione”, ma qui, anche se siamo gli utilizzatori finali della soap, quello che conta davvero per l’azienda lombarda è che siamo noi quelli che poi, al supermercato o davanti allo schermo, facciamo determinate scelte. Insomma, tutta una questione di réclame, come direbbe Mike Bongiorno. Allegria.

Noi di TwittamiBeautiful non siamo solo quelli che si sono inventati un hashtag tutto italiano per fare il #LiveTweeting, ma siamo anche quelli che da due anni che battagliano per “denunciare” i tagli (diversi minuti a puntata di cui abbiamo parlato anche qui e qui) e per dare voce a tutti gli amici di Facebook e Twitter che ci chiedono spessissimo di “fare qualcosa” perché B&B è troppo bistrattato.
E noi abbiamo fatto qualcosa, in effetti. Uno “sciopero” dei tweet dal nostro account che è stato avallato da molti di voi (grazie!).

Lo sciopero di TwittamiBeautiful è stato annunciato così:

SCIOPERO

ed è stato ripreso e fatto girare in rete, non solo da moltissimi utenti e da varie fan page italiane della soap ma, persino, con tanta ironia, da Nicola Savino:

SCIOPERO2

la “notizia”, ovviamente, è stata ripresa anche da siti che si occupano di TV.
Eccovi i link:

http://www.tvblog.it/post/1159901/beautiful-twittamibeautiful-sciopera-contro-mediaset-per-i-tagli-alla-soap
http://linkis.com/www.teleblog.it/8206/KoDpg
http://it.blastingnews.com/tv-gossip/2015/07/beautiful-su-twitter-esplode-la-protesta-dei-telespettatori-e-si-sciopera-contro-mediaset-00471897.html

Ora, “com’è andata?”, ci chiedete in molti.
Beh, difficile dirlo: gli ascolti sono rimasti più o meno invariati, ma certamente, i tweet sono stati pochissimi, eppure oggi, lunedì, qualcosa di diverso c’era: le interruzioni pubblicitarie sono scese da tra a due – per noi è già una boccata d’aria, no?
Di certo, però, la replica è rimasta.

Considerate questo: la puntata americana supera di poco i 18 minuti di durata.
Quella italiana è sui 21 minuti (da noi vanno in onda scene che in USA si chiamano “bonus scenes”: da loro non vanno in onda, ecco il perché della differenza). Di questi “fantomatici” 21 minuti, noi ne vediamo tra i sei e gli otto di replica della puntata precedente ed una manciata, scarsi dieci, della puntata “nuova”. Insomma, ci sarà anche stato un break pubblicitario in meno, ma ancora non ci siamo.

Per tutte le evoluzioni, spifferamenti di tagli e tutto il resto… contate su di noi!

1 Comment

Comments are closed.