MASSIMO MARONE, O DELL’OPINABILE FASCINO ITALICO

Massimo Marone irrompe nella trama di Beautiful nel 2001, ed è portatore (sano) di una notizia destinata a sconvolgere gli equilibri della soap: è lui il padre biologico di Ridge, concepito con una giovanissima e smutandata Stephanie, la quale, inaugurando una tradizione che poi avrà tra i suoi epigoni Brooke, non si fa scrupolo di affibbiare la paternità del pargolo al buon Eric/San Giuseppe, che alleverà ignaro il mascellone, come fosse il suo primogenito.
Massimo Marone, di chiari origini italiane (come l’attore che lo impersona, il caratterista Joseph Mascolo, classe 1929), è un signore piuttosto anziano e corpulento. Diciamolo pure: ha un fisico da congelatore a pozzetto, e il medesimo sex appeal.
Uomo d’affari non meglio precisati ma sicuramente sporchi, capelli tinti marrone scuro come certi bassini e corpulenti uomini d’affari italiani (qualsiasi riferimento è casuale), Massimo Marone è anche il padre naturale del biondo e stropicciato Capitan Findus Dominick Marone. Questo secondo “figlio per caso” (papà Marone sembra ignorare i metodi contraccettivi, come, d’altra parte, la maggioranza dei protagonisti di Beautiful) è il frutto di un amorazzo con la giovane Jackie: la farcisce e poi sparisce, lasciandola nella stanza sul porto dove lei rimane da sola, con l’unico vestito ogni giorno più corto (e benché non sapesse il suo nome e nemmeno il paese, lo aspettò come un dono d’amore fino dal primo mese).
Nel corso della sua permanenza nella soap, Massimo Marone troverà il tempo di vedersi affibbiare la paternità di Diana, figlia della folle Sheila Carter, e di vivere un ritorno di fiamma per Jackie (lungamente indecisa se concedere le sue grazie a Massimo Congelatore a Pozzetto o a Eric San Giuseppe). Alla fine dello snervante tira e molla, Massimo convolerà a nozze con Jackie, per poi farsi subitaneamente da lei cornificare con Deacon, il quale, ligio al suo ruolo di villain, non si limiterà a bombarsi la stagionata ma sempre appetitosa maliarda (un curioso caso di madre che dimostra meno anni del figlio), ma, per potersela spupazzare più agevolmente, somministrerà delle droghe al povero Massimo, rendendolo così ancora più catatonico del solito.
Nel 2006 l’anziano Marone leverà le tende e tornerà nella soap opera di provenienza “I giorni della nostra vita”, dove continua ad imperversare nei panni del malvagio Stefano DiMera. Prima di congedarsi i suoi affari al figlio marinaretto, il quale, però, preferirà le attività di inseminatore seriale e cantante occasionale a quella di imprenditore.
CURIOSITÀ
Joseph Mascolo, l’attore che impersona Massimo Marone, è un appassionato di musica lirica ed era grande amico di Luciano Pavarotti (al quale assomiglia, no?). Nel 1982 recitò assieme allo stentoreo Luciano nell’unico film interpretato dal tenore, “YES GIORGIO” (successo planetario…o no??).
CONSIDERAZIONE
In seguito alla rivelazione della vera paternità di Ridge, ci si poteva legittimamente aspettare che Eric si risentisse un po’, e che ritagliasse un ruolo di maggior rilievo nella Forrester Criescion al suo VERO figlio primogenito, lo sfigatissimo Thorne. E invece niente: il mascellone Ridge rimane il suo prediletto, e CenerentoloThorne prima si sposa la cretina della compagnia (la sfortunata -fin dal nome- Darla), poi sarà relegato nel sottoscala ad attaccare etichette e mettere lo scotch agli scatoloni, venendo riesumato di tanto in tanto per patetiche comparsate e ancora più patetici amorazzi di riempimento.

Tags from the story
, , , , ,

1 Comment

Comments are closed.