Il difficile lavoro dello stilista

Ogni mestiere ha le sue difficoltà. Chi più, chi meno, ma l’impegno quotidiano è sacrosanto per tutti.

Per tutti, tranne per gli stilisti della Forrester Creations e gli editori della Spencer Pubblications.

Non so se ci fate caso durante le puntate della soap ma, almeno una volta al giorno, a giro, i personaggi ripetono la fatidica frase “Sono molto impegnato/a, devo lavorare”.

Ma quando mai?

Lavorare per loro significa in ordine:

– andare al roof-garden della Forrester Creations per fare una serie di addominali e abbordare qualche bella fanciulla;

– stare in ufficio, al caldo, a sorseggiare un buon the, Martini o un bicchiere d’acqua rigorosamente italiana (San Pellegrino);

– stare comodamente allungati sul divano, sul letto, sulla poltrona, per terra, in tutti i mari e in tutti i luoghi, a far cose zozze;

– provare abiti della nuova collezione e accorciare ogni volta le gonne di qualche centimetro o rendere più profonda una scollatura;

– andare da una casa all’altra di LA a fare prediche impicciandosi degli affari altrui;

– sfamare il piccolo Will, che sta diventando un adolescente in tempi record se continueranno a farlo mangiare così tanto;

– ammirare per puntate intere le foto delle ex, che spuntano anche sulla carta igienica, oltre che sul pc, sul cellulare, sulle riviste, online, ecc;

– ripensare, proprio quando finalmente si accingono a sedersi alla scrivania, alla serie di faticosi “impegni lavorativi” appena elencati.

 

Se anche voi lavorate di fantasia come quelli di Beautiful, raccontatecelo nei commenti 🙂

Tags from the story
, , ,