BEAUTIFUL PUNTATE AMERICANE – Il ritorno di FLO

Twittamibeautiful racconta la puntata americana di BEAUTIFUL del 14 Gennaio 2020

Nelle puntate americane di BEAUTIFUL, Steffy e Ridge sono preoccupati per Sally, Quinn e Shauna cercano di fare da cupido con i loro rispettivi figli: Twittamibeautiful riassume la puntata del 14 Gennaio, trasmessa in America.

Alla Forrester Creations, Steffy e Ridge sono preoccupati per Sally, che sembra non produrre più dei modelli all’altezza del suo talento, in vista della sfida di moda con la HFTF. Vedendola un po’ sotto pressione, sia Steffy, sia Ridge le consigliano di prendersi un po’ di riposo, rassicurandola che non stanno pensando di riassegnarla o licenziarla: entrambi credono nel suo talento.

Steffy mostra a Ridge disegni audaci e belli
Sally e Ridge non sono d'accordo Bold and Beautiful

A Villa Forrester si discute di affari di coppia: Quinn tenta di convincere Wyatt che la donna ideale per lui sia Flo e non Sally. Consiglia a suo figlio di perdonare Flo, molto più indicata ad essere sua moglie, rispetto a Sally, che crea solo problemi. Wyatt ammette di essere rimasto colpito da ciò che Flo ha fatto per Katie, ma crede anche che sua madre non debba sprecare tempo a interessarsi alla sua vita sentimentale.

Quinn fa appello a Wyatt Bold and Beautiful

Nel frattempo, ritorna a Beautifullandia Flo, accolta da Shauna nella dependance dei Forrester. Anche Shauna, come Quinn, si diverte a fomentare sua figlia, spingendola a riprendersi Wyatt, nonostante sia attualmente legato a Sally, perché le cose potrebbero cambiare a suo favore. Poi, recandosi nel soggiorno di Villa Forrester e trovando Wyatt con Quinn, invita il ragazzo ad andare a salutare sua figlia nella dependance.

Shauna sorride a Flo Bold and Beautiful
Wyatt e Flo incontrano Bold and Beautiful

In attesa di scoprire cosa accadrà a quelli di Beautifullandia, nelle puntate americane, segui tutte le evoluzioni delle puntate americane di BEAUTIFUL su Twittamibeautiful, sul sito e sui profili TwitterFacebook e Instagram.

Angelo Iacopino